Pubblicato il

Il popolo Noonga

foto1

Dispersi su un terrfoto1itorio vastissimo ed in larga parte desertico, da migliaia di anni, il popolo Noonga vive una vita molto primitiva che non conosce la ruota, né animali per il trasporto.
Giunse dall’ Asia  passando da un’isola all’altra e sbarcò sulla costa settentrionale.
Tipicamente nomadi, cacciatori-raccoglitori, gli Aborigeni Noonga non posseggono villaggi né vere capanne.

I Noonga vivono in gruppi tribali.
Il loro nomadismo è circoscritto al solo vasto territorio attribuito alla tribù.
Questo territorio costituisce propriamente la patria e anche la casa dell’aborigeno:
al di qua tutto, per lui, è conosciuto e familiare, al di là tutto è misterioso e infido.

L’Australiano ignora molti aspetti nel campo tecnologico, come la lavorazione del suolo l’ estrazione e l’uso dei metalli, l’arte del vasaio e persino l’arco e le frecce.
Cacciatori e raccoglitori della steppa, pescatori e raccoglitori della costa si rivelano indifferenti a qualsiasi forma di coltivazione del terreno. what is a server . L’attività principale è la ricerca di cibo.
La loro vita è basata sulla raccolta dei prodotti spontanei del suolo e del mare, sulla caccia e sulla pesca.

La maggior parte delle armi è di legno; le lance e i giavellotti portano una punta di pietra. Talvolta, sulla punta, vengono fissate con la resina delle schegge di quarzo e di altre pietre.
L’arma più usata dagli Aborigeni è il boomerang. Questa formidabile arma una volta lanciata descrive in aria uno o più cerchi e poi ricade vicino al lanciatore.

Per lungo tempo l’arte aborigena ha conservato una natura prevalentemente rituale e si è espressa attraverso la decorazione del corpo, le iscrizioni rupestri e i dipinti su corteccia. Molte opere aborigene narrano le leggende di Tyukurpa, che vuol dire “antica età del sogno” e indica l’era della creazione della terra e della vita.
Analogamente, la creazione artistica è stata a lungo intesa come il prodotto di uno stato onirico; i manufatti artistici vengono infatti tuttora chiamati “sogni”.
La pittura del corpo, l’ornamento personale, la scultura delle rocce, la pittura della corteccia, la scultura del legno, la pittura e l’incisione della roccia tracciano il senso della terra e degli uomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *